La Sicilia, la terza isola più bella del mondo!

Articolo di Irene Novello

“L’Italia senza la Sicilia non lascia alcuna idea nell’anima: qui si trova la chiave di tutto”, fu questa la riflessione di Goethe quando viaggiò in lungo e in largo nella nostra Isola, definendola come una terra meravigliosa! Aveva ragione lo scrittore tedesco e ha visto bene la casa editrice Condè Nast, che oggi promuove la Sicilia come la terza Isola più bella del mondo, a seguito di una ricerca che ha interessato altre isole e che ha riconosciuto il primo posto alle Maldive, seguite al secondo posto dalle Isole Greche.


La Sicilia culla di miti e di popoli che hanno tessuto le vicende storiche, culturali e artistiche di un’isola che si trova al centro del Mediterraneo e che è stata ed è musa ispiratrice di poeti, artisti, letterati, registi e viaggiatori che vengono catturati dal suo fascino autentico, misto di colori, profumi e leggende. È una delle location turistiche più suggestive, uno dei territori più ricchi di tradizioni culinarie e che fa da protagonista nella Dieta Mediterranea.


Il sondaggio promosso dalla casa editrice milanese è il risultato dei giudizi espressi sull’Isola dai suoi lettori e follower, che hanno eletto le dieci isole più belle del mondo, considerando diversi aspetti, tra cui il contesto paesaggistico e naturalistico, le spiagge, la gastronomia, il potenziale ricettivo e la qualità della convenienza. La Sicilia nella classifica ha superato le isole St.Barth (quarto posto), le Baleari (quinto posto), le Seychelles (sesto posto), l’isola di Capri (settimo posto), le Barbados (ottavo posto), le Mauritius (nono posto) e l’isola di Malta (decimo posto).



Il sondaggio non mente, infatti, la nostra è un’Isola suggestiva con mete turistiche, artistiche e naturalistiche che tutto il mondo ci invidia: Palermo, Catania, il Duomo di Monreale, le saline di Trapani, la Valle dei Templi di Agrigento, il Teatro Greco di Siracusa, Taormina, il Golfo di Patti, Aci Trezza, i mosaici di Piazza Armerina, il barocco delle città del Val di Noto, l’Etna, la Riserva Naturale di Vendicari e le spiagge, molte delle quali hanno da anni conquistato la bandiera blu. Per non parlare dei piccoli centri lungo la costa e nell’entroterra dove ancora esistono tradizioni ancestrali e che fanno parte del patrimonio storico-culturale più recondito dell’Isola.

Non a caso, infatti, la Sicilia per la sua grandezza storica, naturale e culturale ha avuto il riconoscimento conferito dall’Unesco di ben sette siti come Patrimonio dell’Umanità.
Un territorio da vivere 365 giorni l’anno grazie ad un clima mite, estati calde e il sole protagonista di tutte le stagioni. Arte, natura, turismo, ma anche cibo! In Sicilia si mangia veramente bene, dal dolce al salato, ogni provincia ha il suo piatto tipico e conserva le ricette delle tradizioni tramandate nel tempo. Cannoli, cassate, sfinci, granite, arancini, panelle, sarde a beccaficu, caponata, pasta alla norma, ma anche prodotti a marchio DOP come il pecorino, la provola ragusana, l’olio, l’arancia rossa, il limone, il pistacchio di Bronte, il pomodoro di Pachino, l’uva da tavola e il cioccolato di Modica. Prodotti che fanno della Sicilia una terra di eccellenze culinarie.
Una terra da vivere e da scoprire anche per noi siciliani che spesso non ci accorgiamo della bellezza che abbiamo davanti ai nostri occhi.

guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments