Articolo di Samuel Tasca,  Foto di Susie Delaney

Grey’s Anatomy. Il dottor De Luca rientra a casa dall’ospedale, la dottoressa Arizona sta baciando un nuovo personaggio conosciuto al bar e di colpo sentiamo: “Andrea, ma che ci fai qui?”
Abbiamo forse capito male? Non facciamo in tempo ad accorgercene che nel nostro medical drama preferito, di origine americana, inizia per la prima volta una scena interamente recitata in italiano. Chi è questa ragazza che parla così bene la nostra lingua? La bella, mora e divertente dottoressa è in realtà Stefania Spampinato, attrice siciliana di Belpasso, che interpreta il ruolo di Carina De Luca, new entry del cast di Grey’s Anatomy, serie tv giunta ormai alla sua quattordicesima stagione che conta milioni di fan in tutto il mondo.

Attrice, ballerina, siciliana, nuova star di Grey’s Anatomy… Chi è davvero Stefania Spampinato?
«(Ride) Una volta sui social ho visto un post in cui chiedevano di descriversi attraverso tre personaggi di finzione; io scelsi Pluto, il cane un po’ distratto con la testa tra le nuvole che magari fa cose che non dovrebbe; Penelope Cruz in Vicky Cristina Barcelona, passionale con un temperamento abbastanza labile; e Indiana Jones perché adoro viaggiare con lo zaino in spalla, stare in ostelli della gioventù e girare il mondo».

Dove ti piacerebbe vivere tra dieci anni?
«È dura scegliere un posto specifico – ci dice sorridendo divertita dalla sua incapacità di scegliere. Direi che la mia top three potrebbe essere Milano, Londra e Barcellona!».

Da fan a star di una delle tue serie tv preferite, cosa si prova?
«In ventiquattro ore mi è cambiata la vita. Arrivo sul set e penso: “Ma sta succedendo veramente a me?”. Nonostante lavori insieme a loro dal 10 agosto, a volte mi do dei pizzichi per capire se sto sognando, alla prima lettura del copione con tutti gli attori ho dovuto fare tipo dieci respiri profondi prima di iniziare a leggere le parti. Indubbiamente è una grande opportunità per me».

Sempre più presenze di attori italiani nei cast hollywoodiani, cos’è di noi che affascina tanto gli sceneggiatori americani?
«Devo dire che l’Italia andava alla grande tanti anni fa, mi viene da pensare a personaggi incredibili come Sofia Loren, ad esempio. Poi per un periodo siamo spariti – dice facendo un po’ di fatica a ritrovare qualche termine in italiano, ma dopo una gran risata e un po’ di autoironia continua – da quattro-cinque anni siamo riapparsi».

Potresti essere la prossima Sofia Loren, quindi?
«No, non scherziamo. Non c’è nessuno come Sofia Loren, però sono contenta del fatto che sempre più attori italiani possano lavorare negli Stati Uniti».

Qual è il ruolo che non vorresti mai interpretare?
«Non credo ci sia un ruolo che non vorrei interpretare. Per me recitare è come avere cinque anni e giocare a essere chiunque: un supereroe piuttosto che una dottoressa o perché no, una pazza psicopatica».

Sei la prova vivente che con impegno e caparbietà si possono ottenere importanti risultati come questi, cosa vuoi dire ai tanti giovani che coltivano un sogno?
«Di recente ho letto un libro che mi è rimasto molto impresso, diceva: “La riuscita dipende da tre cose: dal talento che hai naturalmente, dalla fortuna e dalla dedizione; due di queste non dipendono da te”. L’unica cosa che possiamo fare è impegnarci veramente al massimo e cercare di fare quello che ci piace nella vita».

Qual è il tuo più bel ricordo legato al Natale a casa in Sicilia?
«Sicuramente il Natale in famiglia, con mia madre, mio padre, i miei fratelli, i miei nipoti, i cognati… Io purtroppo ho perso mia madre un anno e mezzo fa quindi il ricordo più bello è il Natale tutti insieme».

Verrai a trovarci a Natale?

Adesso tutti vi starete chiedendo se vedremo la bella Stefania qui da noi questo Natale, ma preferiamo lasciarvi nel dubbio e stuzzicare la vostra curiosità. Chissà che la dottoressa De Luca non appaia all’improvviso, aspetto tipico del suo personaggio, anche nella nostra redazione!

Lascia un commento
0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *