Articolo di Alessia Giaquinta,   Foto di Fulvio Bellanca

Belli, bravi, simpatici, giovani e soprattutto… siciliani. Stiamo parlando di Annandrea Vitrano e Claudio Casisa, meglio conosciuti come “I Soldi Spicci”, la coppia più amata dal web e non solo!

Conquistati dal loro brio e dall’eccelso modo in cui interpretano – mai banalmente – i luoghi comuni che caratterizzano il rapporto uomo-donna, li abbiamo intervistati per voi…

Quando, come e perché è nata l’idea di formare il duo comico “I Soldi Spicci”? 

Anna: «La nostra coppia è nata in maniera del tutto casuale e naturale, ci siamo conosciuti in un laboratorio teatrale a Palermo nel 2012, abbiamo iniziato a collaborare poco dopo e … diciamo che ci siamo trovati!».

Claudio: «In realtà, non lo vuole ammettere, ma Anna si è innamorata subito di me e mi ha implorato di passare il resto della sua vita con me ed io non ho potuto rifiutare».

Dal 2014 a oggi i vostri video ricevono migliaia di consensi e condivisioni sui social. Che effetto fa sapere di essere la coppia più amata del web?

Anna: «In realtà l’effetto è lo stupore perché incarniamo la normalità delle coppie quindi … sono la realtà e la quotidianità a vincere sempre».

Claudio: «Avere la consapevolezza di essere molto seguiti, soprattutto dalle coppie, significa che tutti litigano nello stesso modo in cui io litigo con Anna e sapere che tutte le donne siano più o meno come la Vitrano fa paura, perché andando avanti così, noi uomini, ci estingueremo prestissimo».

Quando avete firmato il primo autografo?

Anna: «Lo ricordo benissimo, ho firmato il mio primo autografo a Sofia, una bimba che è venuta a vederci durante uno spettacolo a Palermo, era il 2013».

Claudio: «L’ho firmato a una ragazzina che si chiamava Margherita. Le ho scritto così: A Margherita con salamino piccante. Claudio».

Quante volte Annandrea e Claudio si confondono con i personaggi de “I Soldi Spicci”?

Anna e Claudio: «Più o meno ventiquattro ore al giorno».

Avete un rituale, un portafortuna o qualcosa che vi accompagna durante le vostre performance?

Anna: «Io mi ammutolisco».

Claudio: «Io prima di entrare in scena do un bacetto sulla guancia ad Anna. È un modo per instaurare la calma prima della tempesta».

Il 2017 sta per terminare… quanti regali vi ha fatto?

Anna e Claudio: «Continuare ad avere delle idee brillanti e che continuano a piacere al pubblico non è qualcosa che diamo per scontato e lo riteniamo un enorme regalo che ci ha fatto questo 2017».

Come trascorrerete il Natale? 

Anna: «Sta per venire fuori quel briciolo di romanticismo che mi stupisco di avere, ma il Natale quest’anno sarà speciale perché sarà il primo a casa nostra. Fine del romanticismo».

Claudio: «Il Natale lo trascorrerò con l’ansia di capire quale regalo dovrò fare alla Vitrano, perché se sbaglio, sono morto!».

Sapete bene che per alcuni giochi da tavola natalizi occorrono, materialmente, i soldi spicci. Riformulando la frase: “I Soldi Spicci” quali giochi natalizi preferiscono?

Anna e Claudio: «Noi preferiamo quei giochi in cui non si usano proprio “i soldi spicci” perché vi lasciamo immaginare la quantità di battute infelici che ci fanno, quindi preferiamo i giochi da tavola come il Taboo, Dixit o Lupus in tabula».

Quali sono i buoni propositi per il 2018?

Anna e Claudio: «Speriamo che esca il nostro film, che possa essere un successo e che vinca sei Oscar. Forse siamo troppo ambiziosi … uno va bene lo stesso!».

E noi di Bianca Magazine vi auguriamo la realizzazione di ogni sogno e progetto, con l’auspicio che il nuovo anno sia carico di salute, soddisfazioni e di “Soldi Spicci”!

Lascia un commento
0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *