Scrivi per iniziare la ricerca

Bianca Magazine N.23 Your wedding mood

Your Wedding Mood, Niente panico. Questo matrimonio s’ ha da fare.

Pubblica

Bianca Wedding a cura di Simona Raniolo

Se qualcuno, in tempi non sospetti, ci avesse detto che il mondo nel 2020 avrebbe subito un profondo stravolgimento, avremmo forse associato il pericolo ad armi o meteoriti e scomodato alieni con il pensiero, ma mai, nessuno, o quasi, avrebbe ipotizzato le nostre vite bloccate e minacciate da un virus.

Non c’è niente di visibilmente distrutto nelle nostre città oggi, né extraterrestri, ma di un drammatico risvolto di fantascienza quello che stiamo vivendo ne ha ugualmente tutto il sapore. Condividiamo per la prima volta una situazione surreale in cui l’evoluzione, la modernità, il progresso si trovano all’improvviso faccia a faccia con la natura, con l’esistenza umana ed io lo so che durante questo tempo sospeso chi aveva progetti felici da realizzare si è sentito oggetto della peggior ventura. Ma fermatevi a pensare a tutti gli scenari possibili di questa pandemia: è ancora la peggiore delle conseguenze trovarsi a dover riprogrammare una tabella di marcia e posticipare un evento? Onestamente, non credo. E dunque, dopo una comprensibile reazione di sconforto iniziale, è il momento di tornare lucidi e considerare lo stato delle nozze per quello che è, non cancellato, non perduto, solo rinviato.

In attesa di capire come evolverà l’emergenza nei prossimi mesi, è chiaro che i matrimoni che erano stati fissati in primavera e inizio estate 2020, avranno due opzioni. La prima è far slittare la data agli ultimi mesi dell’anno, a partire da settembre in poi, riservandosi la possibilità di spostarla ulteriormente secondo DPCM futuri, scongiurando ipotesi di cene con distanziamento sociale, mascherine in pizzo e disinfettanti personalizzati. La seconda, la più saggia, è posticipare tutto al 2021 nell’attesa e nella speranza di miglioramenti sensibili. Come procedere? Le cose da fare sono riassumibili in due:

1. Contattare i fornitori. Procedete per priorità, controllate i contratti che avevate stipulato e verificate le nuove disponibilità dei fornitori. Supponendo che i servizi di primaria importanza siano location e catering, iniziate chiedendo loro le date libere e continuate incrociando le disponibilità del resto dei fornitori. Sono certa che vi verranno tutti incontro, mantenendo validi gli acconti già versati, posticipando quelli intermedi dovuti e mantenendo le tariffe invariate anche nel caso in cui una diversa stagionalità preveda normalmente costi aggiuntivi. La loro flessibilità, andrà però premiata con lo stesso spirito da parte vostra che, per incastrare le agende di tutti, dovrete probabilmente rinunciare all’idea di sposarvi nel weekend, ad esempio, di solito il più gettonato. Ricordate che non tutti hanno mezzi e risorse per sostenere più eventi in un solo giorno, specialmente dopo un periodo di crisi di questa portata, supportateli.

2. Informare gli ospiti. Se avete scelto di posticipare l’evento al 2021, potete comunicare la nuova data, un messaggio ben scritto o un Save The New Date digitale da inviare sui social andranno benissimo. Se invece avete scelto di posticipare a fine anno, limitatevi a riferire agli ospiti che l’evento è rinviato e che appena avrete nuova data certa, la comunicherete. In questo modo, se qualche mese prima vi renderete conto, che tutto non può ancora svolgersi in completa sicurezza, potrete rischedulare i servizi per il 2021.

Se ci saranno dei dettagli da modificare nel layout dell’evento, sarà compito dei professionisti che avete scelto, fidatevi di loro perché mentre l’evoluzione di questa storia è tutta un’incognita, state certi che la passione che anima il loro lavoro non muore con una pandemia. Così come non muore l’amore, che in una terza opzione non menzionata può essere celebrato anche domani, in presenza di testimoni e celebrante, ma se ci tenete che sia una vera festa allora pazientate. Torneremo ad abbracciarci, a cenare insieme, ad annullare le distanze e sono certa che voi potrete condividere la vostra gioia con una consapevolezza tutta nuova.

Tags: