Maria Luisa Macellaro La Franca: «La passione per la musica è nel mio DNA»

di Omar Gelsomino , foto di Jraw Studio 


«La passione per la musica è nata quando avevo sei anni, invece della Barbie “Fior di pesco”, mi regalarono un pianoforte elettrico. Inizialmente lo detestai e lo misi in un angolo della mia stanza. Poiché sono sempre stata curiosa, iniziai ad usarlo e capii che pigiando sui tasti uscivano melodie che potevo combinare a seconda di come muovevo le dita, così cominciai a suonare ad orecchio. Un giorno mio padre mi portò a Villabate per fare una specie di test attitudinale e capii che dovevo iniziare a studiare il pianoforte. Ero un “enfant prodige”, così come mia sorella. Più tardi scoprii che un assistente di Chopin, il maestro Fontana, era un mio antenato».

Inizia così a raccontarsi Maria Luisa Macellaro La Franca, palermitana d’origine che dopo il Conservatorio si è perfezionata in Olanda, Germania e Svizzera, per stabilirsi a Bordeaux. Ad oggi è una pianista, compositrice e direttrice d’orchestra di fama internazionale. Questa sua passione per la musica l’ha portata a suonare in giro per il mondo e ad essere acclamata dalla critica internazionale.

«Nella mia vita sono stata una persona molto fragile, ho vissuto anche grossi drammi, ma sono rinata dalle mie ceneri diventando una persona molto forte e sicura. Prima di essere un’artista sono una persona sensibile, attenta all’altro, cerco di fare le cose con il massimo impegno. Ho bisogno di essere stimolata, quando una cosa mi appassiona mi butto a capofitto, sino a quando non riesco a raggiungere i miei limiti».

Nonostante la giovane età si è esibita nei più importanti teatri del mondo con un repertorio che spazia dalla musica antica a quella moderna, un vero e proprio talento riconosciuto con premi nazionali e internazionali. «Non mi sento ancora affermata nella mia carriera, penso che ci sia sempre una possibilità di migliorarla. Ho costruito la mia carriera da sola. Ho dovuto abbandonare la Sicilia perché fare la direttrice d’orchestra negli anni ‘90 non era possibile, magari oggi è diverso. Non c’è meritocrazia».

Nonostante per lavoro giri il mondo mantiene salde le radici con la sua terra. «La mancanza della Sicilia è incommensurabile, sento la mancanza della mia famiglia e degli affetti, la pandemia l’ha fatta pesare ancora di più, e poi mi manca il cibo siciliano».


Oltre alla musica c’è l’impegno sociale, a favore degli artisti, dei soggetti deboli e delle donne. «Durante il confinamento, come tanti artisti, mi sono vista annullare i miei concerti e le mie tournée, attraverso i social ho dato appuntamento nella Piazza dell’Opera di Bordeaux per manifestare pacificamente, così sono stata chiamata come consulente al Ministero della Cultura a partecipare ad un gruppo parlamentare per contribuire ad aiutare gli artisti. Un’esperienza esaltante. Attraverso queste manifestazioni sono diventata la protagonista del fumetto francese “Topo”, con cui si spiega ai giovani l’attualità, attraverso i disegni di Akeussel, un fumettista di Le Figaro e Le Monde, che mi ha definita “anticonformista”. Sono riuscita a imporre i programmi delle nuove compositrici e di altre epoche nei teatri, fra cui all’Opera di Bordeaux, faccio conferenze per sensibilizzare le persone e suono alcune loro opere».

La musica è solo una delle passioni di Maria Luisa Macellaro La Franca, coltiva, infatti, anche tanti altri interessi dal giornalismo alla scrittura, alla cucina. «Conduco una trasmissione alla radio, scrivo per il teatro ed ho appena pubblicato un libro sui diritti degli artisti insieme con un importante studio legale francese. Dopo aver condiviso sui social alcuni piatti di cucina sono stata selezionata per partecipare al reality Objectif Top Chef su M6, affiancata da un giovane chef con cui ho preparato piatti siciliani utilizzando agrumi, pistacchi, melanzane, basilico, ecc. Un’altra esperienza eccitante in cui ho mostrato la mia sicilianità ed ho raccontato anche della mia anoressia e di come l’ho superata, sperando di poter essere d’aiuto ai giovani. La mia partecipazione sarà trasmessa ad ottobre. E poi continuerò con i miei impegni professionali».

 

guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments