Bianca PetArticolo di Maria Concetta Monticello e Foto di Samuel Tasca

Molto spesso gli animali vengono regalati ad un figlio, ad un nipotino e rappresentano il regalo che porta gioia ed allegria in famiglia, tante volte però quest’azione è fatta con sufficienza e con poca attenzione. Prima di regalare un animale sarebbe meglio rifletterci al meglio, possibilmente con responsabilità e buon senso e porre l’accento sulle conseguenze del proprio gesto e delle proprie scelte. Troppo spesso gli animali vengono considerati alla stregua di giocattoli, utili fin quando sono divertenti, quando invece gli stessi diventano un impegno sono repentinamente considerati da gettare. In Italia, ogni anno, con l’arrivo della bella stagione vengono abbandonati migliaia e migliaia di animali, molti dei quali finiranno per morire causando incidenti stradali e terminando la loro esistenza per strada, tra atroci sofferenze, stremati dalla fame e dalla sete. Abbandonare gli animali è un reato penale, ma sopratutto morale, segno di profonda inciviltà e cattiveria umana. Paradossale è inoltre che nel nostro paese le conseguenze giuridiche per chi ammazza o violenta una donna sono spesso e volentieri inadeguate, figuriamoci la sorte di coloro i quali fanno del male ad un cane, per loro i risvolti penali sono nella pratica inesistenti. Eppure gli animali sanno amare in maniera incondizionata, a loro non importa se sei bello, grasso, ricco, povero, giovane o vecchio, hanno per te dedizione e rispetto. Loro non ti giudicano, ogni volta che entri in casa ti salutano come se non ti vedessero da chissà quanto tempo. Danno senza chiedere nulla, sono felici di essere al mondo e profondamente grati di chi si prende cura di loro. Quando stai male loro se ne accorgono e allora si prendono cura della tua persona senza mai distrarsi, fino all’ultimo minuto della loro vita. Noi umani dovremmo imparare l’amore da loro, in maniera semplice: imitarli.

Lascia un commento
0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *