La libroterapia come cura dell’anima

 

di Eleonora Bufalino

Secondo l’AIE, Associazione Italiana Editori, sono 687 i comuni sopra i 10 mila abitanti a essere sprovvisti di una libreria. Esempio siciliano per eccellenza è Taormina: perla di maestosa cultura e bellezza che ogni anno ospita migliaia di turisti da tutto il mondo.

Da questi dati eloquenti nasce l’idea dello scrittore siciliano Cono Cinquemani e di un gruppo di giovani che hanno realizzato il desiderio di offrire una vera e propria libreria itinerante ai territori carenti di questi essenziali luoghi di aggregazione culturale. Il metodo applicato è quello della “libroterapia”, ovvero la cura dell’anima attraverso la lettura. Un approccio addirittura risalente alle antiche civiltà classiche ma teorizzato in ambito psicoterapeutico intorno agli anni ’30 del Novecento dagli psichiatri americani William e Karl Menninger, che ne testarono l’efficacia su molti pazienti, nonostante le difficoltà riscontrate nel dimostrarne la base scientifica. Spesso, infatti, siamo invasi da emozioni negative che influenzano la nostra quotidianità; la terapia dell’arte propone una guarigione basata su ciò che potremmo leggere per alleviare queste sensazioni. Il progetto approda in scuole, biblioteche e piazze dove, soprattutto in occasione di eventi cittadini, la gente può avvicinarsi, incuriosita dal format molto particolare: un’auto bianca con la scritta rossa “Ambulanza Letteraria”, camici e ricette mediche pronte a essere somministrate a chiunque ne senta il bisogno! Accade perciò che il piacere della lettura s’incarna in un atto performativo: i “terapisti” osservano e ascoltano i loro interlocutori e poi consigliano di abbandonarsi alle pagine di un particolare libro, a seconda di quale sia l’emozione da combattere: rabbia, tristezza, timidezza, gelosia, stress. L’idea è vulcanica come la città dalla quale è partita, Catania, toccando poi anche Palermo, Favara, Palazzolo Acreide, Sambuca di Sicilia, Zafferana Etnea, Canicattini Bagni e altre realtà in cui sono stati distribuiti numerosi volumi a gente di tutte le età.
Ma, a causa dell’emergenza sanitaria degli scorsi mesi, l’Ambulanza ha dovuto sospendere i suoi tour. Eppure, ciò non le ha impedito di continuare a veicolare il suo messaggio curativo. Approfittando del centenario della nascita di Gianni Rodari, i volontari del progetto hanno lanciato “Favole al telefono”, titolo volutamente ispirato alla raccolta pubblicata da Einaudi nel 1962. Durante le settimane della quarantena l’iniziativa è stata trasmessa tutti i pomeriggi, dalle ore 15 alle 16, sulla pagina Facebook di Ambulanza Letteraria: un appuntamento quotidiano per ascoltare le più belle fiabe della tradizione italiana. Un antidoto alla noia e alla mancanza di stimoli che ha contraddistinto il difficile periodo vissuto; a maggior ragione per i più piccoli, costretti a rinunciare alla loro voglia di correre e giocare all’aperto. I social, usati da “Ambulanza Letteraria” principalmente per comunicare le tappe degli spostamenti nelle varie città, si sono trasformati in finestre sul mondo e le voci dei volontari hanno dato magicamente vita ai personaggi delle storie fantastiche e senza tempo di Rodari, lo scrittore che rivoluzionò il modo di comunicare con i bambini.


Il messaggio del promotore di questa esplosione di idee, Cono Cinquemani e dei suoi brillanti collaboratori, Demetra Barone, Lorena Cinquemani, Fausto Pirrello, Margherita Ingoglia e Rosella Calandra, suona forte e chiaro: l’importanza della lettura è indiscutibile e non può non trovare il posto che merita tra le strade e i negozi dei nostri centri abitati.

Ed è proprio vero che le parole diventano armi potentissime e che leggere non provoca nessun effetto collaterale, se non quello di esplorare mete, esperienze e vite sconosciute. Ci auguriamo dunque di veder sfrecciare presto il pronto soccorso mobile di “Ambulanza Letteraria” e di lasciarci coinvolgere dalla passione per questo ambizioso e nobile progetto, provando a guarire e a ritrovare le nostre sopite emozioni positive!

 

 

 

Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments