Il dono dell’ospitalità, dalla parte buona della Vita

Articolo di Salvatore Genovese

Oltre 1.500 chilometri in bicicletta per portare un dono, quello dell’Ospitalità, ai medici e agli operatori sanitari di Milano e di altri Comuni lombardi, in prima linea durante l’emergenza Covid-19.

«Un’esperienza – dichiara, non senza emozione, il suo ideatore Marco Distefano – che è rimasta, e rimarrà sempre, nei nostri cuori. Esperienza nata dai ‘sussulti drammatici’ provocati dai tanti servizi che le testate giornalistiche radiotelevisive, quotidiane e periodiche, durante il drammatico periodo del lockdown, riservavano a quanti mettevano a rischio la propria vita per salvare quella degli altri». Distefano, titolare di un B&B a Comiso, nutre una grande passione per la bicicletta ed ha manifestato questi suoi ‘sussulti’, e il conseguente desiderio di fare qualcosa per esprimere gratitudine agli operatori sanitari così fortemente impegnati nella lotta al Coronavirus, ai suoi amici cicloamatori che hanno subito condiviso questo suo ‘sentire’.

 

Da qui è nata l’idea del “Dono dell’ospitalità”, cioè di attraversare l’Italia in bicicletta per offrire ad altrettanti sanitari lombardi quarantacinque voucher che consentissero loro per una settimana, a titolo del tutto gratuito, viaggio, alloggio, vitto e visite enogastronomiche e culturali a Comiso e dintorni.
Il periodo previsto per i soggiorni/vacanza a Comiso è quello del mese di marzo 2021.
L’iniziativa di Marco Distefano, affiancato da Salvo Purromuto, medico, Vincenzo Virduzzo, kinesiologo, Vincenzo Schembari, meccanico ed esperto ciclista, il cui figlio Nunzio si è posto come animatore del gruppo, è stata immediatamente sostenuta e incoraggiata dal comune di Comiso, dall’Asp 7 di Ragusa, dalla Regione Siciliana, dalla Presidenza dell’Assemblea Regionale Siciliana, dall’Assessorato regionale alla Salute e dalla Regione Lombardia. In particolare, il sindaco Maria Rita Schembari ha assicurato la piena partecipazione del Comune, che avvierà, nei primi mesi del 2021, un bando per dare a tutte le strutture turistiche cittadine la possibilità di accogliere gli ospiti lombardi.

Partiti dall’Ospedale Covid di Modica sabato 20 giugno, pedalando ogni giorno dalle 8 alle 10 ore, con il supporto di un furgone/appoggio fornito da Giannì Motors, i cinque ciclisti, quasi sempre affiancati in modo estemporaneo da altri ciclisti che, localmente, li accompagnavano per lunghi tratti nelle varie tappe della loro lunga maratona a pedali, sono giunti venerdì 26 giugno al Niguarda Covid di Milano.

Nel capoluogo lombardo i ‘donatori’ sono stati accolti, in rappresentanza del presidente Attilio Fontana, da Lara Magoni, assessore regionale al Turismo, presenti, tra gli altri, gli assessori al Turismo di Milano, Roberta Guarnieri, e di Comiso, Dante Di Trapani, e la dottoressa Paola Santalucia dell’Asp di Ragusa. I quarantacinque voucher sono stati destinati a medici e personale sanitario di Bergamo, Milano, Brescia e Mantova, città che ha riservato ai cinque ciclisti un’accoglienza particolare.

«È stato per noi – racconta Salvo Purromuto – un momento di particolare emozione suscitata da un’accoglienza che non posso non definire molto calorosa; davanti alla hall (palco concerti) dell’Ospedale Carlo Poma di Mantova, dopo i saluti del sindaco Mattia Palazzi e di Giuseppe De Donno, primario di Pneumologia e pioniere della Plasma-terapia, è stato eseguito dal pianista Filippo Lui un concerto in nostro onore, mentre i pazienti ci salutavano dalle finestre del nosocomio. Ma quello che più ci ha colpiti è stato il fatto che, pur essendo partiti per fare noi un ‘dono’, quest’ultimo è stato fatto a noi, attraverso i tanti momenti di affetto e di amicizia che ci sono stati riservati».

«Nel 2021 – chiosa Marco Distefano – abbiamo intenzione di rinnovare questo nostro impegno civile; stiamo, infatti, immaginando un nuovo lungo viaggio sui pedali, perché quello che abbiamo fatto ha aperto la nostra mente e, contestualmente, il nostro cuore. E sarà un viaggio che ci vedrà ancora una volta dalla parte buona della Vita».

guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments