Fiasconaro è Cavaliere del Lavoro. “Io e i miei fratelli eravamo pigri a scuola ma papà è riuscito a farci innamorare di questo mestiere”

di Alessia Giaquinta

Io e i miei fratelli eravamo pigri a scuola ma papà è riuscito a farci innamorare di questo mestiere“, ci raccontava Nicola Fiasconaro in una intervista, qualche anno fa.

Proprio l’amore, la passione – che potremmo definire sacra – per il suo lavoro, unitamente al rispetto della tradizione, alla continua ricerca al passo delle innovazioni tecnologiche, ha permesso a Nicola Fiasconaro di essere nominato dal presidente Sergio Mattarella “Cavaliere del Lavoro”.

Un riconoscimento giunto nel giugno 2020, sebbene solo qualche giorno fa si è svolta al Quirinale la cerimonia di consegna della prestigiosa onorificenza al pasticcere il cui cognome è ormai noto a livello internazionale, divenuto brand di eccellenza e sicilianità in tutto il mondo.

Da Castelbuono, borgo di 9000 anime, sulle Madonie, Fiasconaro con i suoi speciali panettoni, colombe e prodotti dolciari, non ha solo conquistato l’apprezzamento globale per la bontà dei suoi manufatti, ma ha anche dimostrato di essere un’azienda in continua crescita, che ha un fatturato che a fine dell’anno supererà i 30 milioni di euro, conta 180 dipendenti, tutti di Castelbuono, è totalmente made in Sicily e anche il suo indotto segue la territorialità.

L’azienda Fiasconaro nasce nel 1953 con “papà Mario” ed è giunta già alla terza generazione di pasticceri-Fiasconaro.

“Io ricevo questa onorificenza, ma Cavalieri del lavoro siamo tutti noi, i fratelli Fiasconaro, che abbiamo coltivato con amore e passione la visione imprenditoriale di nostro padre Mario” ha sottolineato Nicola che insieme ai fratelli Fausto e Martino ha fatto crescere il laboratorio di pasticceria in questi anni.


“La nomina arriva in un momento importante – sottolinea Nicola Fiasconaro -, e con noi si premia la tradizione, l’artigianalità e la bravura di tutti i pasticcieri italiani“.

Tutta la redazione di Bianca Magazine esprime ai fratelli Fiasconaro e all’azienda tutta, le congratulazioni per l’eccellenza che rappresentano.

guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments