Editoriale N.29

di Emanuele Cocchiaro

“Ti invito al viaggio
in quel paese che ti assomiglia tanto.
I soli languidi dei suoi cieli annebbiati
hanno per il mio spirito l’incanto
dei tuoi occhi quando brillano offuscati
laggiù tutto è ordine e bellezza,
calma e voluttà.
Il mondo s’addormenta in una calda luce
di giacinto e d’oro.
dormono pigramente i vascelli vagabondi
arrivati da ogni confine
per soddisfare i tuoi desideri”.

Cari lettori, aprire questo editoriale con i versi di una struggente quanto infinitamente poetica canzone del compianto Franco Battiato rappresenta per noi di Bianca Magazine non solo il dovuto omaggio ad uno degli artisti più eccelsi della nostra amata terra ma anche il giusto “leit motiv” per invitarvi a proseguire nella lettura del nostro magazine.

Difatti, le pagine che seguono, rappresentano un vero e proprio invito a viaggiare e scoprire la nostra Sicilia. Per quanto ognuno di noi creda di conoscerla da cima a fondo, infatti, ci sarà sempre quell’angolo inesplorato che merita la nostra attenzione ancor prima di vagare oltre i suoi confini.

Inoltre al di là del nostro inno alla Sicilia, che come sapete rappresenta la nostra fonte d’ispirazione privilegiata, credo che bisogna sempre elogiare il viaggio poiché viaggiare significa spostare i propri punti di riferimento, trasformare il terreno sul quale i nostri piedi camminano; attraverso l’arte del viaggiare si guarda, si vive e si capisce veramente ciò che sta intorno a noi, significa accarezzare l’anima della vita.
Il viaggio ci fa comprendere cose nuove e cambia il nostro modo di vedere la realtà. Ogni tramonto è una poesia, ogni suono è la più bella canzone. Per tutti questi motivi è impossibile stancarsi di viaggiare ancor di più se la meta del nostro viaggio è la bellezza della nostra terra. E questa è anche l’occasione per alleggerire le vostre esperienze attraverso il lancio del nostro nuovo portale “In Viaggio con Bianca” che vi accompagnerà passo passo nel vostro viaggio.
Seguiteci sui nostri canali social e continuate a sfogliare le pagine del nostro magazine.


L’editore

Emanuele Cocchiaro

guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments