di Omar Gelsomino

Inizia una nuova avventura.

Finalmente il numero 1 di Bianca Magazine vede la luce. Bianca, proprio come il nome della nipotina dell’editore, Emanuele Cocchiaro, colui che ha curato ogni minimo aspetto di questa nuova idea editoriale. Non è stato affatto facile, tanto meno lo è. Si tratta di una vera e propria scommessa in tempi poco felici per l’editoria. Eppure tutti noi abbiamo accettato di metterci in gioco e rimboccarci le maniche.

Ebbene Bianca Magazine ha l’ambizioso progetto di raccontare storie di uomini, imprenditori, professionisti, ecc., che ogni giorno, nonostante le mille difficoltà, riescono a fare grande questa nostra terra; di parlare e far conoscere le nostre bellezze, il nostro patrimonio artistico e le eccellenze, infinite e straordinarie, di questo territorio; e poi guardando al mondo, mostrare le novità provenienti dai social media.

Tutti noi abbiamo accettato questa sfida. Chiaramente questo numero non sancisce la chiusura del “cantiere” in cui è nato Bianco Magazine. Non abbiamo la presunzione di aver “chiuso” un prodotto perfetto ma, sicuramente abbiamo l’ambizione di migliorarci già dai prossimi numeri, perché abbiamo le idee chiare su cosa lavorare e cosa scrivere, nella totale indipendenza e da qualsiasi condizionamento.

Il cantiere è ancora aperto, i consigli come le critiche costruttive sono i benvenuti. Con questo spirito positivo, pensiamo e speriamo di dare un modesto contributo in più a questo territorio, che guarda, con lungimiranza al Calatino e al Ragusano, vicini geograficamente e accomunati non solo dal punto di vista culturale.

Un ringraziamento particolare lo devo all’editore che mi sta permettendo di fare questa esaltante esperienza, al suo staff e a Voi lettori.

Lascia un commento
0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *