Dott. ssa Rosalba Franco, i consigli utili per la salute dei nostri occhi

 

oculista rosalba franco

di Samuel Tasca

Secondo le statistiche il 78% della popolazione italiana soffre di disturbi visivi e quattro persone su dieci portano gli occhiali. Questo può darci un’idea di quanto sia importante la cura e l’attenzione verso i nostri occhi. Per questo abbiamo deciso di parlarne con la Dott.ssa Rosalba Franco, medico oculista di Caltagirone (CT).

Cosa ti ha spinta a scegliere questa professione?
«Sono cresciuta in una famiglia nella quale gli occhi erano un argomento quotidiano. Mio padre era un ottico così come mio zio e i miei fratelli. Ho preso la decisione di diventare medico oculista per poter migliorare e ampliare la nostra conoscenza sull’argomento, andando oltre a quella che è la normale vendita degli occhiali e approfondendo tutto ciò che concerne le varie patologie dell’occhio. Alla fine, per non perdere l’abitudine, ho anche sposato un ottico!».

Qual è stato il tuo percorso?
«Mi sono laureata nel 2007 e poi ho continuato con la specializzazione sempre presso l’Università di Catania. Dopo la laurea ho fatto diverse esperienze come medico volontario presso il reparto di oculistica dell’ospedale Maria Paternò Arezzo di Ragusa e poi, successivamente, presso l’ospedale Gravina di Caltagirone. Nel frattempo già mi dedicavo alla libera professione avendo aperto lo studio a Caltagirone nel 2013. Nel 2019, invece, ho iniziato a lavorare come Direttore Sanitario presso lo studio convenzionato Trinacria sas a Licata».

C’è un’ esperienza che ricordi in particolare?
«In questi anni ho avuto la possibilità di collaborare con l’Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti all’interno delle diverse sedi regionali. Con loro ho preso parte a diverse iniziative di volontariato nelle piazze attraverso un’unità mobile che offriva visite di prevenzione gratuite».

Dopo anni di esperienza, quali sono gli errori più comuni che possono commettere i pazienti a discapito del benessere dei loro occhi?
«Diciamo che non effettuare controlli periodici così come non indossare gli occhiali purtroppo sono dei comportamenti molto ricorrenti. Anche dormire con le lenti a contatto è un errore molto comune che rischia di provocare delle micro lesioni della cornea. E, infine, bisogna sempre tenere a mente che l’affaticamento oculare potrebbe essere alleviato semplicemente garantendo ai nostri occhi un adeguato numero di ore di sonno per notte».


Quanto la tecnologia sta compromettendo la salute dei nostri occhi?
«Purtroppo l’esposizione prolungata degli occhi alla luce blu dei dispositivi elettronici rappresenta oggi uno dei problemi più diffusi. In questi casi ridurre la luminosità dello schermo e fare delle pause almeno ogni venti minuti staccando gli occhi da smartphone e computer aiuterà a ridurre effetti indesiderati. Inoltre, è sempre consigliato evitare di guardare schermi elettronici o televisivi con le luci spente e senza alcuna luce ambientale o da una distanza troppo ravvicinata. Questo potrebbe provocare arrossamenti e fastidi che alla lunga potrebbero sfociare in mal di testa e insonnia».


Quali sono alcuni accorgimenti e precauzioni che potremmo adottare?
«Innanzitutto evitare il “fai da te”: è sempre caldamente consigliato consultare il proprio medico oculista, anche se si tratta di una normale congiuntivite. Attenzionare l’alimentazione poiché anche gli occhi beneficiano di un apporto di frutta e verdura, che garantiscono elementi quali vitamine, antiossidanti e minerali. A questo va aggiunta una regolare idratazione dell’organismo che permette di alleviare disturbi come la secchezza oculare. Per ultimo, ma non meno importante, evitare fumo e alcool garantisce un livello di salute ottimale anche per i nostri occhi, oltre che per il nostro corpo in generale».

oculistarosalbafranco.it

Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments