di Omar Gelsomino  Foto di Rosario Bevilacqua

Creare delle app partendo dalle proprie esigenze personali. È questo il leitmotiv che muove ogni sua creazione per nuove applicazioni per smartphone e pc. Lui è Fulvio Scichilone, un ventiseienne agrigentino, ex studente di ingegneria informatica ed oggi uno dei più bravi developers, cioè sviluppatori per dispositivi della Apple, che da anni crea delle applicazioni per App Store che riscuotono tantissimo successo in tutto il mondo.

“Sin da piccolo ho avuto la passione per l’informatica, – dichiara Fulvio Scichilone -. Dopo essermi iscritto alla Facoltà di Ingegneria informatica capii sin da subito che avrei ottenuto il classico risultato. Per aprirmi nuovi orizzonti e rendermi conto che se c’è la possibilità di fare oggi una cosa è meglio non perdere tempo, piuttosto che rinviarla,  mi è bastato seguire un workshop ed imparare da autodidatta”.

Le sue applicazioni sono innumerevoli: da IDrummer Pro, un simulatore di batteria per iPhone, a Reflex Camera, un’applicazione che trasforma cellulari e tablet in una vera e propria macchina fotografica professionale (la più scaricata in Italia, fra le prime cinque in Europa e Giappone e ad oggi è in prima posizione in India, Indonesia e Messico) già evoluta e adattata al formato Raw risultando l’app più scaricata nel 2016 in due paesi del mondo; da Dog Walking, utile a monitorare le condizioni di salute, le attività sportive e i luoghi visitati con il proprio amico a quattro zampe al suo terzo videogioco “Save Mars”, a tema spaziale, gratuito per Iphone ed Ipad.

“L’idea per ogni nuova applicazione – continua Fulvio Scichilone – si basa su due principi fondamentali: quando ho bisogno di un affermativo e non trovo nulla che sia utile per le mie esigenze lavorative, di svago ed i miei hobbies comincio a fare una ricerca di mercato per verificare se ci sono dei possibili concorrenti e delle alternative e parto con lo sviluppo. fondamentalmente parte da un mio bisogno e poi costruisco l’idea”. Ovviamente le idee non gli mancano e di continua ne elabora diverse lanciandosi in nuovi progetti riguardanti la “realtà aumentata” e la valorizzazione del suo territorio. “Agrigento City – spiega Fulvio Scichilone – è un’app gratuita valida per Iphone e Android e sviluppata in maniera autonoma, in cui sono state caricate tutte le informazioni sulla mia città, i punti di interesse con fotografie e descrizioni bilingue, con un navigatore interno che ti porta nel punto desiderato, aggiornata in base agli eventi e alle proposte dei locali, insomma un modo per semplificare la vita non solo ai cittadini agrigentini ma anche ai turisti che, in tempo reale, sono continuamente informati”.

L’ultima arrivata è Logomatic, uscita a settembre, consente di creare un proprio logo oppure importare un’immagine all’interno dell’app, inserendo una filigrana o il copyright in una o più foto prima che siano pubblicate, quindi in un solo passaggio è possibile avere il proprio logo sulle foto. Un’app che va a completare la suite di Reflex Camera, ma che si trova anche singolarmente. E tra i suoi progetti futuri Fulvio Scichilone ha quelli di “espandere Agrigento City e farla diventare una vera e propria start up in modo da far crescere il turismo, rendendo fruibili non solo la Valle dei Templi ma tutto il nostro patrimonio culturale, facilitare l’accesso informatico a tutte le strutture locali senza dover ricorrere a siti privati con investimenti cospicui e rendere Agrigento più smart e gratuita, poiché non è necessario spendere somme eccessive per avere dei servizi. Amo la mia terra e preferisco vivere qui facendo ciò che più mi piace”.

Lascia un commento
0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *