Articolo di Redazione    Foto di Giovanni Ferrara

Si può concretizzare l’obiettivo di far volare le nostre arance rosse di Sicilia in Cina per il prossimo febbraio attraverso i marketplace di Alibaba, il gigante cinese dell’e-commerce pronto a commercializzare le arance siciliane in un mercato di dimensioni vastissime. Occorre fare sistema tra gli operatori del settore agrumicolo e le istituzioni per cogliere questa opportunità che può aprire nuovi mercati per le nostre arance rosse e nuovi scenari per tutte le produzioni agricole di qualità. È stato questo il focus del seminario “E-commerce per l’ortofrutta di qualità” che si è svolto il 22 giugno al MAAS di Catania, nell’ambito del progetto “Social Farming, agricoltura sociale per la filiera agrumicola siciliana 2.0”, promosso dal Distretto Agrumi di Sicilia e Alta Scuola Arces con il contributo non condizionato di The Coca-Cola Foundation. “Abbiamo riunito i principali attori della filiera agrumicola interessati all’opportunità di utilizzare canali innovativi di commercializzazione – afferma Federica Argentati, Presidente del Distretto Agrumi di Sicilia -. Alibaba oggi ci offre l’opportunità di portare l’arancia rossa sul mercato cinese. Un’opportunità che il Distretto con i Consorzi di tutela si adopererà a facilitare, spingendo anche sui Ministeri Esteri e Agricoltura per ottenere l’autorizzazione al trasporto via aereo verso la Cina e al Cold Treatment in magazzino. Ma è una opportunità che spetta principalmente alle imprese cogliere, anche facendo sistema”.
“L’e-commerce è un tema attualissimo e l’export verso la Cina è all’ordine del giorno fra gli impegni dell’assessorato – ha detto Edy Bandiera, Assessore regionale all’Agricoltura -. Ci siamo impegnati ad aprire al trasporto aereo il protocollo e ritengo che la nostra agricoltura possa raggiungere livelli straordinari se tuteliamo i nostri prodotti e li valorizziamo con un’adeguata politica dei marchi”.
Ad entrare nel vivo dell’opportunità di export verso la Cina è stato Manfredi Minutelli, Senior Business Development Manager di Alibaba Italia: “Ad Alibaba piacerebbe lanciare l’arancia rossa di Sicilia sul mercato cinese in corrispondenza del capodanno cinese, a febbraio – ha detto il manager -. Per cominciare si può avviare l’export di qualche container, in modo da presentare il prodotto in Cina su Mr Fresh, una delle nostre piattaforme on line che contano 552 milioni di consumatori attivi, e in modo integrato anche nelle nostre catene di supermercati Hema, posizionandolo in una fascia di mercato premium, di alta qualità. Alibaba ha un alto interesse verso un prodotto che oggi in Cina non c’è e che può arrivare solo dalla Sicilia. Naturalmente, bisogna creare un packaging e un logo accattivante, una campagna di comunicazione che racconti l’italianità e la sicilianità per catturare il consumatore cinese. È ovvio, però, che prima bisogna superare tutte le difficoltà burocratiche previste dal protocollo siglato tra Italia e Cina sull’export degli agrumi, prima fra tutte l’autorizzazione al trasporto aereo e cominciare a lavorare con le aziende per avviare il progetto per tempo”. Il Cold Treatment in magazzino, prima della spedizione, consentirebbe di avviare l’export, resta da superare lo scoglio del trasporto. Quello ancora oggi previsto, via nave, è impraticabile per i tempi lunghi. Quello aereo, per il quale c’è già un’apertura da parte cinese, deve ottenere l’approvazione ufficiale. Siamo a conoscenza che ci sono primarie imprese del settore agrumicolo e della logistica ad investire in questa operazione, ci auguriamo che tutte le istituzioni si muovano con tempestività per ottenere le approvazioni necessarie. Appena arriveranno, dalla Sicilia potrebbe partire il primo cargo di arance rosse verso la Cina e ci auguriamo che nel sistema aeroportuale del Sud-Est, l’aeroporto di Comiso si possa specializzare anche per il trasporto aereo delle produzioni ortofrutticole.

Lascia un commento
0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *