L’alimentazione del cane ai giorni nostri

Bianca Pet a cura di Maria Concetta Manticello

Negli ultimi anni, la nostra sensibilità nei confronti del cibo è aumentata, ormai tutto ciò che portiamo a tavola, è frutto di una presa di coscienza e di un percorso personale a garanzia del nostro benessere psico-fisico. La stessa sensibilità, per le medesime ragioni, è trasferita al nostro amico a 4 zampe, per garantirgli salute e longevità. Resta imprescindibile il fatto che il cane discenda dal lupo, ma con il suo addomesticamento, è cambiato anche il suo stile di vita. Oggi il cane fa una vita più sedentaria, non è più un predatore, ma il cibo lo trova pronto nella scodella. Ciò ha comportato, a causa di una scorretta alimentazione, l’aumento del peso di molti animali mentre l’obesità è in forte crescita.
Chi possiede un animale sa che duole il cuore, vedere il suo sguardo mentre mangiamo, perché vuole qualche alimento presente sulla tavola. Ogni tanto è giusto accontentarlo, ma non deve diventare un’abitudine, gli spuntini non appropriati sono ipocalorici e pericolosi per la sua salute. Per garantire salute e lunga vita al nostro amato pet è opportuno rivolgersi al medico veterinario, perché in base alla taglia del cane, al tipo di vita che conduce, saprà consigliare il tipo di cibo che può assumere e, soprattutto, la quantità. Oggi in commercio si trovano vari cibi industriali, sia umidi sia secchi. La scelta del mangime da dare al proprio cane è fondamentale, ma non tutte le aziende che producono cibo per animali, usano materie prime di ottima qualità, per cui bisogna sempre leggere gli ingredienti del cibo. L’ingrediente principale del cibo è scritto sempre per primo. Un buon mangime viene prodotto con carne prevalentemente fresca, maggiore è il suo contenuto, migliore è il mangime. Un buon mangime dovrebbe contenere solo una piccola percentuale di cereali. La dicitura carni e derivati, significa che la componente animale è essenzialmente costituita da scarti di macellazione e, quindi, mangimi di scarsa qualità. Anche la dieta casalinga è consigliata, ma deve essere sempre suggerita dal medico veterinario, per la creazione di un piano – dieta specifico, affinché abbia tutti i nutrienti essenziali, tutto questo è necessario per non sbagliare l’alimentazione del nostro migliore amico, che deve essere appropriata in base alla sua età.


 

guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments