Agromonte, l’artigiano del pomodorino siciliano

agromonte

di Salvatore Genovese   Foto di Azienda Agromonte

Sembra strano, data l’altissima tecnologia raggiunta dall’azienda ragusana – ma forse sarebbe meglio parlare di vittoriese – Agromonte, oggi tra le prime dieci in Italia nel settore dei rossi e leader nella lavorazione/trasformazione del pomodoro Ciliegino, leggere nel frontespizio del suo depliant aziendale: Lartigiano del pomodorino siciliano.

Capisci il perché quando parli con uno dei componenti della famiglia Arestia (nel mio caso, con Miriam, Responsabile Marketing): risponde a qualsiasi domanda evidenziando sempre, in un modo o nell’altro, la centralità del ruolo di ciascuno dei componenti della famiglia, dal padre Carmelo, che nel 1970 ha dato vita all’azienda, ai fratelli Giorgio, Giusy e Marco, impegnati tutti, a vario titolo, insieme alla stessa Miriam, nella conduzione aziendale. «Anche mamma Ida – chiarisce la mia interlocutrice – ha avuto un ruolo importante nel successo della Agromonte».

In seguito, vedremo in che modo.

Certo, non tutte le aziende di trasformazione a conduzione familiare raggiungono nella stagione estiva, quando il pomodoro è nelle migliori condizioni per essere lavorato in quanto è proprio nel periodo maggio-settembre che acquisisce giusti colore, dolcezza e caratteristiche organolettiche, una produzione di oltre venti milioni di bottiglie di salsa pronta di Ciliegino, di cui due terzi commercializzati nel territorio nazionale, mentre il resto raggiunge quasi tutti gli stati europei ed anche gli Stati Uniti d’America.

Si tratta, quindi, di un’artigianalità dalle caratteristiche particolari, nata dalla passione per la trasformazione di Carmelo Arestia, che da perito chimico-industriale ne conosce bene le tecniche, che è riuscito a trasmetterla ai figli, che non solo l’hanno fatta propria, ma hanno anche dato un positivo impulso all’azienda con riuscite sperimentazioni ed innovazioni.

agromonte

Ecco perché, date queste premesse, non è difficile comprendere il senso della conduzione familiare di un’azienda che, nel periodo estivo, si avvale di oltre cento unità lavorative.

Dopo la lunga, non facile, fase iniziale, è nell’anno 2000, con la nascita del marchio Agromonte e con il successivo ingresso in azienda dei quattro figli, che inizia una fase di costante crescita che fa della trasformazione del pomodoro Ciliegino un’attività industriale di altissimo livello e della Salsa Pronta un prodotto d’eccellenza Made in Sicily.

«Utilizziamo – spiega con una punta d’orgoglio la Responsabile Marketing – solo ingredienti di alta qualità per trasformare il Ciliegino, raccolto in condizioni ottimali e lavorato fresco, per la maggior parte a Km. Ø, nel rispetto della natura e dei suoi tempi. E poi c’è un piccolo segreto che rende così buona la nostra salsa», e sorride.

agromonte

Ovviamente, non posso non chiederle di rivelarmelo; ed è qui che entra in gioco mamma Ida, giacché è sua la ricetta per la preparazione della salsa pronta.

Ancora una volta, emerge con forza il binomio conduzione familiare/artigianalità. Coniugato, però, con una tecnologia che ne garantisce l’alto standard qualitativo; il che vuol dire, innanzitutto, accurata selezione delle materie prime, coltivate in ambiente protetto, e un rigoroso autocontrollo igienico sanitario.

agromonte

Grazie a tutto questo, Agromonte oggi costituisce un’azienda leader nella trasformazione di un prodotto di nicchia, nelle specialità del pomodoro, qual è il Ciliegino.

Nello specifico, oltre alla salsa pronta, prodotta anche nelle varianti al basilico o al peperoncino, il catalogo aziendale propone la Salsa Pronta al Ciliegino giallo, anche in versione Bio, le Passate, i Sughi all’aglio, all’Arrabbiata, alla Norma, alla Puttanesca e alla ricotta, i preparati per le bruschette, i Pesti e specialità come il semisecco, il Ciliegino intero in passata di Ciliegino e la Caponata di melanzane.

«Ma il nostro punto di forza – chiosa Carmelo Arestia, fondatore e presidente della Agromonte – resta la Salsa Pronta, un prodotto dove si concretizza il nostro amore per la terra di Sicilia».

 

guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments