A Galati Mamertino le riprese di Shotgun. Il primo lungometraggio di Marta Savina

di Rosamaria Castrovinci, foto di Davide Coral e Nino Serio


La Sicilia è stata raccontata tante volte negli anni dal cinema nazionale e internazionale. I grandi del cinema hanno girato nella nostra isola scene indimenticabili e se ne sono innamorati. La filmografia è molto vasta e in questo numero se ne parla ampiamente.

galati mamertino vista aerea

 

Ma in questo articolo voglio parlarvi di un film che deve ancora uscire, le cui scene sono state girate in un piccolo paesino dei Nebrodi, Galati Mamertino. Questa volta la location non è stata scelta per il mare o per le sue bellezze paesaggistiche, come la maggior parte delle altre in cui sono stati girati film più famosi, ma per aver mantenuto, nell’ entroterra dei Nebrodi, quell’ atmosfera della Sicilia di una volta. Un’atmosfera che si rivela essere funzionale alla trama del film.

La cittadina nebroidea, infatti, è stata scelta anche per un’altra ragione: la regista Marta Savina è originaria di Galati Mamertino e sa bene che qui, nel 1903 è nata Francesca Serio, colei che fu la prima donna a sfidare la mafia a viso aperto quando, nel 1955 a Sciara (Pa), gli fu ucciso il figlio, il sindacalista Salvatore Carnevale. La donna all’ epoca accusò i mafiosi di Cosa Nostra e denunciò la complicità delle forze dell’ordine e della magistratura, divenendo un’ icona antimafia, la prima donna che cercò di infrangere il muro dell’ omertà.

set cortometraggio shotgun

Così Galati Mamertino, nell’ottobre del 2021, è diventato il set del lungometraggio Shotgun (il titolo non è ancora definitivo) che racconta la storia di Lia, una giovane ragazza che reagisce alla più terribile delle violenze con un atto di ribellione, scardinando le consuetudini sociali della sua epoca e dimostrando così l’importanza dell’autodeterminazione femminile. La storia si svolge in una Sicilia ambientata in anni difficili, in cui regna la legge del più forte, la mafia è radicata e accettata come parte naturale della vita, i potenti decidono e i più deboli eseguono. È proprio in questo contesto che il coraggio di Lia spalancherà la strada alla lotta per i diritti delle donne, dimostrando che è possibile farsi valere e non subire passivamente le ingiustizie. Proprio come aveva fatto un’altra donna siciliana, Franca Viola, la cui storia era stata raccontata dalla stessa regista in un cortometraggio di successo e il cui ruolo era stato interpretato dalla stessa giovane e talentuosa attrice, Claudia Gusmano, anche lei di origini siciliane. Tra gli altri attori del cast di Shotgun ci sono Fabrizio Ferracane, Francesco Colella, Manuela Ventura, Dario Aita, con la partecipazione di Thony, Maziar Firouzi, il piccolo Francesco Giulio Cerilli e Paolo Pierobon.

set cortometraggio shotgun

Galati Mamertino è stato scelto, come dicevamo prima, anche per la sua conformazione, infatti, conserva ancora un assetto urbanistico tipico dei quartieri medievali. Sorge su una rupe, a 810 metri s.l.m. e il suo centro abitato ha la forma di un’aquila ad ali spiegate che spicca il volo in direzione settentrionale. Tale forma si può notare nelle vedute dall’alto, con un panorama che spazia dal Parco dei Nebrodi, passando per il mare, fino alle Isole Eolie.


set cortometraggio shotgun

Un’altra particolarità antropologico-culturale di questo piccolo borgo dei Nebrodi è la grande presenza di zampognari. La tradizione dell’antico strumento si tramanda di padre in figlio da decenni e vede, oggi, tra principianti e veterani, tantissimi appassionati dello strumento, tra i quali sempre più giovani e giovanissimi. Proprio per questo motivo Galati Mamertino viene definita la “capitale degli zampognari”.

 

La festa principale del paese, che attira il maggior numero di visitatori nell’arco di tutto l’anno, è quella dei Tre Santi, che si festeggia ad agosto, nonostante il patrono del paese sia San Giacomo, la cui festa si celebra il 25 luglio. San Giacomo patrono è, comunque, uno dei Tre Santi della grande festa di agosto. Gli altri due sono San Rocco e il Ss. Crocifisso. La festa dei Tre Santi è molto sentita dagli abitanti di Galati ed è contrassegnata da momenti e riti unici che si susseguono per quattro giorni consecutivi.

guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments